Tumori al colon-retto

Per saperne di più su

I tumori del colon-retto

Alcune informazioni su questa patologia

I tumori del colon-retto colpiscono l’intestino crasso e il retto, ultimo tratto del tubo digerente.  

Si sviluppano principalmente a partire da polipi adenomatosi, derivati dalla proliferazione incontrollata delle cellule della mucosa intestinale, e possono evolvere in senso maligno in circa 10-15 anni.  

Si distinguono generalmente i tumori del colon vero e proprio da quelli del retto, presentandosi con modalità e frequenze diverse, rispettivamente il 70% e il 30% circa. 

Il tumore anale rappresenta circa l’1-2%, alcuni confondono il cancro del canale anale con il cancro del retto a causa della loro vicinanza, ma le due malattie e le relative cure sono molto diverse.  

In Italia il cancro del colon-retto rappresenta il secondo tumore maligno più frequente; in particolare la seconda neoplasia più frequente nelle donne dopo quella della mammella e la terza dopo quella del polmone e della prostata nell’uomo. La malattia è maggiormente diffusa in persone di età compresa fra i 60 e i 75 anni, con poche differenze tra sesso maschile e femminile. Nel 2020, sono state stimate circa 43.700 nuove diagnosi, 23.400 fra i maschi e 20.300 fra le femmine; 21.600 i decessi (dati AIRTUM/AIOM 2020).  

I programmi di screening introdotti negli ultimi anni hanno portato ad un aumento delle diagnosi di tumori del colon-retto ed ad una diminuzione della mortalità, attribuibile alla diagnosi precoce e al miglioramento dei trattamenti, volti ad essere sempre più mirati e personalizzati. In particolare, circa il 65% dei pazienti risulta in vita a 5 anni dalla diagnosi. 

Quali sono i sintomi?

I polipi intestinali hanno una sintomatologia spesso aspecifica e per lungo tempo i pazienti possono rimanere del tutto asintomatici: solo nel 5% possono dar luogo a piccole perdite di sangue rilevabili con la ricerca del sangue occulto fecale.

Il tumore del colon retto è caratterizzato da sintomi molto variabili e condizionati da diversi fattori quali la sede del tumore, la sua estensione e la presenza o assenza di ostruzioni o emorragie.

Sintomi che devono costituire un primo campanello d’allarme sono la stanchezza e la mancanza di appetito, nei casi più gravi associate a sanguinamento rettale, anemia, perdita di peso, stitichezza ostinata alternata a diarrea, feci nastriformi.

Come si cura?

Le principali opzioni terapeutiche per il trattamento del cancro del colon retto sono la chirurgia, la radioterapia e la chemioterapia. Possono essere utilizzate singolarmente o in associazione con l’obiettivo di eliminare o ridurre la neoplasia e/o il rischio di sviluppare metastasi a distanza. 

L’iter terapeutico, presso la Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli- IRCCS viene deciso all’interno del gruppo multidisciplinare che permette l’integrazione clinico-professionale tra Chirurghi, Radioterapisti Oncologi, Oncologi Medici, e dei servizi diagnostici di Anatomia Patologica, Radiologia ed Endoscopia.  

La scelta terapeutica dipende da molteplici fattori: sede della neoplasia, stadio clinico, tipo istologico e condizioni generali del paziente.  

La chirurgia

rappresenta la terapia principale: in base alla sede e all’estensione del tumore viene valutato un intervento conservativo, parzialmente demolitivo o, nei casi più gravi, la totale asportazione del tratto interessato. 

La radioterapia,

nei tumori del retto, trova indicazione nella fase pre-operatoria, nella fase post-operatoria ed anche nei trattamenti palliativi, consiste nell’utilizzo di radiazioni ad alta energia per distruggere le cellule tumorali, cercando di risparmiare il più possibile le cellule sane.  

La radioterapia pre-operatoria in associazione o meno alla chemioterapia viene indicata in caso di tumori localmente avanzati al fine di ridurre il volume tumorale e poter effettuare quindi un intervento chirurgico conservativo, evitando di ricorrere alla colonstomia definitiva e preservando la funzionalità dello sfintere.  

In alcuni casi è indicato “proteggere” l’anastomosi deviando temporaneamente il transito delle feci mediante il confezionamento di una ileo-stomia transitoria. 

In circa il 20% dei casi, agli esami di rivalutazione effettuati a distanza di circa 8 settimane dal termine del trattamento radiante, i pazienti ottengono una risposta completa. In questo caso è possibile essere indirizzati a protocolli di preservazione d’organo, attivi nella nostra divisione, che potrebbero permettere l’omissione della chirurgia o una chirurgia escissionale, con conservazione della funzione rettale.  

La radioterapia post-operatoria è indicata a seguito dell’intervento chirurgico nei pazienti in cui si evidenziano fattori di rischio per ripresa di malattia ed ha come obiettivo primario quello di ridurre le recidive locali dopo chirurgia.  

In caso di malattia diffusa o nei casi di recidiva, soprattutto se ad essere interessata è la regione pelvica, la radioterapia può essere utile per ridurre le dimensioni della lesione e per alleviare i sintomi, incluso il dolore e il sanguinamento. 

La chemioterapia

può essere somministrata prima o dopo la chirurgia. Essa consiste nell’impiego di farmaci citotossici o antiblastici, che hanno la funzione di bloccare la crescita e la divisione delle cellule tumorali. I farmaci disponibili possono essere utilizzati da soli o in combinazione tra loro.  

Prima dell’intervento chirurgico la chemioterapia può essere somministrata in associazione o meno alla radioterapia per ridurre le dimensioni del tumore e facilitarne la rimozione completa e per aumentare il controllo sistemico della malattia. 

Invece se somministrata dopo l’intervento chirurgico ha lo scopo di ridurre le probabilità di ripresa di malattia, andando a danneggiare le eventuali cellule tumorali residue e circolanti.  

Nei casi in cui, al momento della diagnosi, il tumore sia già diffuso ad altri organi come il fegato (la sede più comune di metastasi), la chemioterapia, eventualmente associata all’immunoterapia con nuovi farmaci biologici, diventa spesso il primo approccio terapeutico, con l’intento di far regredire o stabilizzare le lesioni nel fegato fino a consentirne l’asportazione chirurgica. 

La chemioterapia e/o l’immunoterapia 

con nuovi farmaci biologici può essere impiegata nelle fasi avanzate, in presenza di metastasi, con l’obiettivo di rallentare l’evoluzione della malattia. 
Per stabilire se i nuovi farmaci biologici, che agiscono in modo diverso rispetto ai chemioterapici tradizionali, siano efficaci o meno in un singolo paziente, può essere indicato eseguire indagini molecolari sul materiale istologico ottenuto con l’intervento chirurgico o con una biopsia.  

In questo setting metastatico oggi viene sempre più somministrata una Radioterapia mirata con tecnica stereotassica che è in grado di distruggere le cellule tumorali residue dopo la terapia sistemica e di potenziare la risposta immunitaria dell’organismo contro le cellule tumorali aumentando la risposta anche nei siti non irradiati (il così detto ‘abscopal effect’ ossia l’effetto oltre lo scopo prefissato). 

Inoltre presso il GemelliART in collaborazione con le altre figure professionali del Comprehensive Cancer Center della Fondazione Policlinico Gemelli le terapie vengono modulate in base alle caratteristiche della malattia e del paziente sulla base di modelli predittivi sviluppati sia sulla base di dati clinici, sia sulla base di moderne analisi ‘microscopiche’ sulle immagini di TAC e Risonanza Magnetica, la così detta Radiomica. 

Team di cura

Presso la Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli- IRCCS operano medici esperti nella diagnosi e nel trattamento del cancro colon-rettale.  

Il gruppo di patologia, sotto la supervisione della responsabile Prof.ssa Maria Antonietta Gambacorta, è composto dalle Dott.sse Giuditta Chiloiro, Barbara Corvari, Viola De Luca, Stefania Manfrida ed Elisa Meldolesi

Grazie alla grande esperienza e volontà di questo gruppo di medici, sono stati condotti e pubblicati numerosi studi sul cancro colorettale anale su riviste internazionali con partecipazione a congressi nazionali ed internazionali.  

Inoltre, il Gemelli ART dispone di 5 macchinari di ultima generazione in grado di offrire un trattamento radiante altamente preciso e performante, fra questi un particolare acceleratore ibrido, MRIdian, Viewray è capace di combinare trattamento radiante con immagini di risonanza magnetica. Questa tecnologia permette di monitorizzare la zona da irradiare tramite immagini di risonanza magnetica in real time durante tutto il trattamento; questo permette non solo di verificare il corretto posizionamento del target e degli organi a rischio durante l’intera seduta, ma anche di adattare il volume da trattare ai cambiamenti anatomici del paziente o della malattia.  

Grazie a questo acceleratore ibrido è stato possibile disegnare uno studio THUNDER2, attivo per i nostri pazienti, volto a valutare la risposta al trattamento radiante precocemente e sulla base della risposta personalizzare il trattamento radiante al fine di aumentare la percentuale di risposte complete.  

La brachiterapia comporta l’inserimento di piccole fonti di materiali radioattivi all’interno o vicino al tumore. Durante il trattamento integrato radio chemioterapico il team multidisciplinare della IOC valuterà nel tuo caso specifico la possibilità si somministrare un sovraddosaggio di radioterapia sul volume di malattia residua dopo alcune settimane dal termine del trattamento. Questo per ridurre al minimo i danni da radiazioni ai normali tessuti vicini.  

La radioterapia stereotassica (SBRT) è un tipo di radiazione che potrebbe essere utilizzata se il cancro anale è tornato nello stesso punto o nei linfonodi vicini.  

Invece di somministrare una piccola dose di radiazioni ogni giorno per diverse settimane, la SBRT utilizza fasci molto concentrati di radiazioni ad alte dosi somministrate poche sedute di terapia (di solito da 1 a 5).  

I pazienti sono arruolati in protocolli clinici mirati al miglioramento dei risultati clinici e funzionali

Bridge: “Valutazione dell’intervallo fra radiochemioterapia e chirurgia sulla risposta del tumore del retto localmente avanzato: studio multicentrico randomizzato di Fase III”  Resarch: “Conservazione del retto dopo radio e/o chemioterapia preoperatoria nei pazienti con carcinoma del retto” 
Thunder2:  “Uno studio osservazionale sull’intensificazione della dose di radioterapia guidata dalla RM nel tumore del retto”  
Avana: “Studio di fase II sul ruolo della radiochemioterapia preoperatoria associata ad avelumab in pazienti con tumore del retto localmente avanzato”  

Afferiscono alla nostra Unità operativa ogni anno circa 300 pazienti affetti da tumore del colon-retto-ano, sono principalmente pazienti affetti da tumore del retto e dell’ano sottoposti a trattamento radioterapico neoadiuvante. 

Il Gemelli ART, costituisce un'eccellenza a livello mondiale. «La tecnologia al servizio della conoscenza, la conoscenza al servizio del paziente». È questa la filosofia che caratterizza l'attività del Gemelli ART Largo Agostino Gemelli, 8
00168 Roma (Italia)
06.3015.4434 prenoting.policlinicogemelli.it
Links keyboard_arrow_rightChi siamo keyboard_arrow_rightServizi per la cura keyboard_arrow_rightTecnologie avanzate di cura keyboard_arrow_rightI nostri medici keyboard_arrow_rightRicerca e Formazione keyboard_arrow_rightPrenota una visita keyboard_arrow_rightLogin Area Riservata
Copyright 2021 - Gemelli ART Privacy Policy Designed by KBMS
We are using cookies to give you the best experience. You can find out more about which cookies we are using or switch them off in privacy settings.
AcceptPrivacy Settings

GDPR

  • Avvertenze e Privacy
  • Indice RAMSI
  • Google Analytics

Avvertenze e Privacy

Chi siamo

Il Gemelli ART è il centro di Advanced Radiation Therapy della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS

L’indirizzo del nostro sito web è: http://www.gemelliart.it

Avvertenze

Il Gemelli ART precisa che le informazioni presenti nel Sito costituiscono una mera informazione di massima in ordine alle patologie presentate e non sostituiscono in alcun modo l’intervento o l’opinione del medico o la sua diagnosi in relazione ai casi concreti. Conseguentemente si consiglia in ogni caso di contattare il medico di fiducia.

L’accesso e la consultazione di questo sito sono sottoposti ai seguenti termini e condizioni e alle normative vigenti. L’accesso e la consultazione del presente Sito implicano pertanto l’accettazione incondizionata di tali termini e condizioni.

Il Sito e le informazioni in esso contenute e ad esso collegate rivestono esclusivamente scopo informativo e non costituiscono la base per alcuna decisione o azione. Pertanto l’utilizzo del Sito e di ogni altro ad esso collegato sarà sotto la diretta responsabilità e a totale rischio dell’utente.

Il Gemelli ART compie ogni sforzo per fornire informazioni il più possibile precise ed accurate, tuttavia non si assume alcuna responsabilità né fornisce alcuna garanzia sul contenuto del Sito che deve essere quindi opportunamente valutato dal visitatore.

Il Sito rispecchia in pieno la filosofia del Gemelli ART.

In particolare, il Gemelli ART non potrà essere ritenuto responsabile per difetti di accuratezza, completezza, adeguatezza, tempestività delle informazioni contenute nel Sito né per eventuali danni o virus che possano colpire l’attrezzatura informatica o altra proprietà del visitatore in conseguenza dell’accesso, dell’utilizzo o della navigazione del Sito. il Gemelli ART si riserva il diritto di interrompere o sospendere in qualsiasi momento le funzionalità del Sito senza che ne derivi l’assunzione di alcuna responsabilità a proprio carico.

Le informazioni presenti nel Sito potrebbero contenere errori tecnici o tipografici. il Gemelli ART si riserva il diritto di apportare in ogni momento e senza preavviso modifiche, correzioni e miglioramenti alle predette informazioni, ai prodotti e ai programmi.

Link

Nel Sito sono inoltre presenti collegamenti (link) ad altri siti di terze parti, ritenuti di interesse per il visitatore. Con il collegamento a tali siti, si esce dal presente Sito per libera scelta e si accede ad un sito di proprietà di terzi, quest’azione sarà segnalata con apertura di una finestra di warning. Le informazioni contenute in tali siti possono non essere in linea con le disposizioni del dlgs 541/92 che regola la pubblicità dei medicinali per uso umano e sono comunque del tutto indipendenti e fuori dal controllo del Gemelli ART, che non si assume alcuna responsabilità in proposito.
In ogni caso, il Gemelli ART non assume alcuna responsabilità, né fornirà alcuna garanzia circa la natura e i contenuti di qualsiasi pagina o sito web di terzi connessi al presente Sito mediante links. Tutti gli utenti dovranno quindi prendere atto che il collegamento a siti di terzi avviene sotto la propria responsabilità.

Cookies

Questo sito non utilizza cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati cookies c.d. persistenti, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti.

Il presente sito sfrutta gli script di “Google Analytics”, anonimizzando appositamente l’indirizzo IP degli utenti; pertanto, i relativi cookies (che non consentono alcuna profilazione), sono da considerarsi meramente “tecnici”.

L’uso dei c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’utente e svaniscono con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito, evitano il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’utente

Contenuto incorporato da altri siti web

Gli articoli su questo sito possono includere contenuti incorporati (ad esempio video, immagini, articoli, ecc.). I contenuti incorporati da altri siti web si comportano esattamente allo stesso modo come se il visitatore avesse visitato l’altro sito web.

Questi siti web possono raccogliere dati su di te, usare cookie, integrare ulteriori tracciamenti di terze parti e monitorare l’interazione con essi, incluso il tracciamento della tua interazione con il contenuto incorporato se hai un account e sei connesso a quei siti web.

YouTube

Our website uses plugins from YouTube, which is operated by Google. The operator of the pages is YouTube LLC, 901 Cherry Ave., San Bruno, CA 94066, USA.

If you visit one of our pages featuring a YouTube plugin, a connection to the YouTube servers is established. Here the YouTube server is informed about which of our pages you have visited.

If you’re logged in to your YouTube account, YouTube allows you to associate your browsing behavior directly with your personal profile. You can prevent this by logging out of your YouTube account.

YouTube is used to help make our website appealing. This constitutes a justified interest pursuant to Art. 6 (1) (f) DSGVO.

Further information about handling user data, can be found in the data protection declaration of YouTube under https://www.google.de/intl/de/policies/privacy.

Vimeo

Our website uses features provided by the Vimeo video portal. This service is provided by Vimeo Inc., 555 West 18th Street, New York, New York 10011, USA.

If you visit one of our pages featuring a Vimeo plugin, a connection to the Vimeo servers is established. Here the Vimeo server is informed about which of our pages you have visited. In addition, Vimeo will receive your IP address. This also applies if you are not logged in to Vimeo when you visit our plugin or do not have a Vimeo account. The information is transmitted to a Vimeo server in the US, where it is stored.

If you are logged in to your Vimeo account, Vimeo allows you to associate your browsing behavior directly with your personal profile. You can prevent this by logging out of your Vimeo account.

For more information on how to handle user data, please refer to the Vimeo Privacy Policy at https://vimeo.com/privacy.

Google Web Fonts

For uniform representation of fonts, this page uses web fonts provided by Google. When you open a page, your browser loads the required web fonts into your browser cache to display texts and fonts correctly.

For this purpose your browser has to establish a direct connection to Google servers. Google thus becomes aware that our web page was accessed via your IP address. The use of Google Web fonts is done in the interest of a uniform and attractive presentation of our plugin. This constitutes a justified interest pursuant to Art. 6 (1) (f) DSGVO.

If your browser does not support web fonts, a standard font is used by your computer.

Further information about handling user data, can be found at https://developers.google.com/fonts/faq and in Google’s privacy policy at https://www.google.com/policies/privacy/.

Indice RAMSI

Acconsenti alla raccolta anonima del tuo voto circa l’esperienza di navigazione in questo sito Web e all’invio di suggerimenti? La tua votazione e  i tuoi suggerimenti contribuiranno alla valutazione del nostro centro rispetto all’indice nazionale RAMSI (Radioterapia Amica Mia Smile Index)

Google Analytics

Il presente sito sfrutta gli script di “Google Analytics”, anonimizzando appositamente l’indirizzo IP degli utenti; pertanto, i relativi cookies (che non consentono alcuna profilazione), sono da considerarsi meramente “tecnici”.