Tumori dell’ano

Per saperne di più sul

Tumore anale

ALCUNE INFORMAZIONI SU QUESTA PATOLOGIA

Il tumore anale rappresenta circa l’1-2%, alcuni confondono il cancro del canale anale con il cancro del retto a causa della loro vicinanza, ma le due malattie e le relative cure sono molto diverse.  

 La regione anale include la cute del margine anale e il canale anale ossia il breve tratto di intestino lungo circa 3-5 cm che collega il retto (parte inferiore dell’intestino crasso) all’esterno del corpo.  

L’ano è preposto al passaggio ed espulsione delle feci e gas dal corpo grazie alla presenza del  complesso muscolare dello sfintere adibito alla continenza. Il cancro anale è un raro tipo di patologia che origina nell’area perianale e nel canale anale.  

Il carcinoma dell’ano è prevalentemente associato all’infezione da alcuni tipi di virus del papilloma umano (HPV).  L’HPV è un virus a trasmissione sessuale che può anche causare verruche dentro e intorno all’ano e/o ai genitali sia negli uomini che nelle donne. 

Fattori che possono aumentare il rischio di sviluppare un carcinoma anale sono legati ad un numero elevato di partner sessuali nel corso della vita, rapporti anali recettivi, storia clinica di lesioni benigne frequenti all’ano e al retto (verruche, ascessi, emorroidi), precedenti diagnosi di altri tumori HPV relati (cervice, vulva, vagina, pene, cavo orale); compromissione del sistema immunitario come dopo trapianto di organo o a causa dell’infezione da HIV, fumo di sigarette precedente radioterapia pelvica.  

I tumori che colpiscono il canale anale e le strutture limitrofe più comuni sono i carcinomi a cellule squamose, che rappresentano circa il 90% di tutte le neoplasie dell’ano

QUALI SONO I SINTOMI PIÙ COMUNI DI PRESENTAZIONE DELLA MALATTIA?

I sintomi che si associano alla comparsa di neoplasie del canale anale sono prevalentemente rappresentati da: dolore anale, prurito anale persistente, comparsa di una massa al livello dell’orifizio anale, alterazioni dell’attività intestinale (ad es. incapacità a contenere le feci o restringimento del calibro delle feci), fuoriuscita di muco o pus dall’ano, sanguinamento alla defecazione gonfiore delle ghiandole linfatiche nella zona anale o inguinale.  Talvolta nelle donne la lesione può causare una comunicazione (fistola) con la parete vaginale. 

Alcuni di questi sintomi si associano più frequentemente a condizioni benigne come le emorroidi, ragadi o fistole. Tuttavia per escludere la presenza di una neoplasia del canale anale è necessario consultare il proprio medico

Molti tumori anali vengono rilevati precocemente perché si trovano in una posizione che il medico può facilmente vedere e raggiungere con l’esplorazione rettale digitale. 

I tumori anali possono anche essere intercettati precocemente durante l’esecuzione di test di screening per le neoplasie del colon-retto preventivo (come una colonscopia). 

La conferma della natura neoplastica avviene tramite l’esame istologico della biopsia del tessuto esaminato

Per determinare l’estensione di malattia vengono eseguiti esami diagnostici di stadiazione come l’ecografia anale, Risonanza Magnetica, TC o altri test di imaging (es PET/TC con FDG). 

COME SI CURA?

Il tumore anale è associato a tassi di guarigione elevati se trattato precocemente. La sopravvivenza complessiva a 5 anni è al 70-80 per cento

La scelta del trattamento del tumore dell’ano dipende da numerosi fattori come lo stadio di malattia (ossia la diffusione tumorale, linfonodale e a distanza –TNM) la posizione, il tipo di malattia nonché le condizioni di salute generali. 

Il team multidisciplinare del Gemelli ART valuterà l’approccio più adeguato per il tuo caso specifico.  

La terapia di combinazione con le radiazioni e chemioterapia è considerata il trattamento standard per la maggior parte dei tumori anali. Spesso la rimozione chirurgica della malattia non è necessaria. 

Chirurgia

I tumori molto piccoli e superficiali o in stadio iniziale possono essere rimossi chirurgicamente, tramite un’escissione locale, solitamente senza la necessità di ulteriori trattamenti se non vi sono ulteriori segni di presenza di malattia.  

In molti casi l’escissione locale della malattia lascia integro lo sfintere anale con un buon recupero della continenza fecale. 

In alcune situazioni si rende necessario il confezionamento di una stomia temporanea per evitare il dolore alla defecazione legato alla presenza di malattia o per il rischio di fistolizzazione. ed in genere può essere rimossa alcune settimane dopo il completamento della radioterapia 

Più raramente, se la radio-chemioterapia non riuscisse a controllare la malattia locale, o se la malattia dovesse ritornare dopo un’iniziale risposta ai trattamenti, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico più demolitivo per rimuovere la malattia residua chiamato amputazione addomino-perineale. In questo caso il chirurgo procederà alla rimozione dell’ano, retto, e linfonodi regionali E il posizionamento di una colostomia permanente. 

Infermieri specializzati in stomia ti aiuteranno a prenderti cura di quest’area.  

Chemioterapia 

La terapia di combinazione con radiazioni e chemioterapia è considerata il trattamento standard per la maggior parte dei tumori anali.  

I tumori anali sono spesso trattati con i farmaci chemioterapici mitomicina-C e 5-fluorouracile (5-FU) in associazione alla radiazione.  

Recentemente, il 5-FU può essere sostituito anche in forma di compresse da assumente ogni giorno per tutta la durata della radioterapia, la capecitabina. 

Gli effetti collaterali comuni di questi farmaci sono frequentemente rappresentati da gradi variabili stanchezza, di alterazione dei valori del sangue (globuli bianchi, globuli rossi e / o piastrine), nausea, vomito, diarrea, ulcere alla bocca, talvolta perdita di capelli, neuropatia. Il personale medico e infermieristico ti aiuterà nel monitoraggio e gestione di questi possibili effetti collaterali.  

Nel caso di malattia metastatica o recidivata dopo trattamenti radio-chemioterapici concomitanti e chirurgia verrà intrapresa una mono o polichemioterapia. 

Radioterapia 

Differenti tipi di radiazioni possono essere impiegati per il trattamento del carcinoma anale. 

La radioterapia a fasci esterni combinata alla chemioterapia rappresenta il trattamento standard per la maggior parte dei tumori anali. L’obiettivo chiave del trattamento combinato è quello di ridurre la malattia, cercando di salvare i muscoli dello sfintere anale in modo da poter controllare l’intestino e le feci preservando la qualità di vita.  

Con la radioterapia a fasci esterni le radiazioni raggiungono il cancro anale da una sorgente esterna che attraversa il corpo e viene diretto alla neoplasia anale.  

La radioterapia viene indirizzata su un volume piuttosto ampio che include la malattia visibile alla visita clinica e alle immagini di RM e/o TC PET-TC, nonché le aree di possibile diffusione microscopica di malattia (locale e linfonodale). Per tale motivo il trattamento radiante potrà prevedere la somministrazione di dosi complessive differenti e modulate in funzione della presenza di malattia e possibile diffusione locale, personalizzandolo sulla base delle caratteristiche individuali della malattia.  

Nel caso di malattia metastatica (stadio IV o recidiva) la radioterapia verrà diretta sulle sedi dove il cancro si è diffuso. 

Eventuali effetti collaterali sono piuttosto rari all’inizio della terapia, mentre possono manifestarsi con il procedere del trattamento e possono prolungarsi per un periodo di tempo dopo il completamento della radioterapia. Gli effetti collaterali delle radiazioni mirate a un tumore anale possono includere: irritazione della pelle specie degli inguini e del perineo, disturbi gastrointestinali e anali, dolore durante la defecazione e minzione, affaticamento, diarrea e nausea. Alcuni effetti collaterali possono essere permanenti e l’insorgenza e la gravità dipendono dai campi di irradiazione nonché da fattori individuali. Le donne possono sperimentare effetti collaterali unici per la loro anatomia, tra cui: dolore vaginale, perdite vaginali irregolari e chiusura della vagina per comparsa di tessuto cicatriziale chiamato stenosi. Gli effetti collaterali negli uomini possono includere disfunzione erettile e impotenza. Sia gli uomini che le donne possono sperimentare un restringimento dell’ano, che può interferire con la continenza dello sfintere anale.

QUAL È IL TEAM DI MEDICI ESPERTI PER QUESTA PATOLOGIA?

Presso la Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli- IRCCS operano medici esperti nella diagnosi e nel trattamento del cancro colon-rettale.  

Il gruppo di patologia, sotto la supervisione della responsabile Prof.ssa Maria Antonietta Gambacorta, è composto dalle Dott.sse Giuditta Chiloiro, Barbara Corvari, Viola De Luca, Stefania Manfrida ed Elisa Meldolesi

Grazie alla grande esperienza e volontà di questo gruppo di medici, sono stati condotti e pubblicati numerosi studi sul cancro colorettale anale su riviste internazionali con partecipazione a congressi nazionali ed internazionali.  

Inoltre, il Gemelli ART dispone di 5 macchinari di ultima generazione in grado di offrire un trattamento radiante altamente preciso e performante, fra questi un particolare acceleratore ibrido, MRIdian, Viewray è capace di combinare trattamento radiante con immagini di risonanza magnetica. Questa tecnologia permette di monitorizzare la zona da irradiare tramite immagini di risonanza magnetica in real time durante tutto il trattamento; questo permette non solo di verificare il corretto posizionamento del target e degli organi a rischio durante l’intera seduta, ma anche di adattare il volume da trattare ai cambiamenti anatomici del paziente o della malattia.  

Grazie a questo acceleratore ibrido è stato possibile disegnare uno studio THUNDER2, attivo per i nostri pazienti, volto a valutare la risposta al trattamento radiante precocemente e sulla base della risposta personalizzare il trattamento radiante al fine di aumentare la percentuale di risposte complete.  

La brachiterapia comporta l’inserimento di piccole fonti di materiali radioattivi all’interno o vicino al tumore. Durante il trattamento integrato radio chemioterapico il team multidisciplinare della IOC valuterà nel tuo caso specifico la possibilità si somministrare un sovraddosaggio di radioterapia sul volume di malattia residua dopo alcune settimane dal termine del trattamento. Questo per ridurre al minimo i danni da radiazioni ai normali tessuti vicini.  

La radioterapia stereotassica (SBRT) è un tipo di radiazione che potrebbe essere utilizzata se il cancro anale è tornato nello stesso punto o nei linfonodi vicini.  

Invece di somministrare una piccola dose di radiazioni ogni giorno per diverse settimane, la SBRT utilizza fasci molto concentrati di radiazioni ad alte dosi somministrate poche sedute di terapia (di solito da 1 a 5).  

I pazienti sono arruolati in protocolli clinici mirati al miglioramento dei risultati clinici e funzionali: 

Bridge “Valutazione dell’intervallo fra radiochemioterapia e chirurgia sulla risposta del tumore del retto localmente avanzato: studio multicentrico randomizzato di Fase III”  Resarch: “Conservazione del retto dopo radio e/o chemioterapia preoperatoria nei pazienti con carcinoma del retto”. 
Thunder2:  “Uno studio osservazionale sull’intensificazione della dose di radioterapia guidata dalla RM nel tumore del retto”. 
Avana: “Studio di fase II sul ruolo della radiochemioterapia preoperatoria associata ad avelumab in pazienti con tumore del retto localmente avanzato”.  

Afferiscono alla nostra Unità operativa ogni anno circa 300 pazienti affetti da tumore del colon-retto-ano, sono principalmente pazienti affetti da tumore del retto e dell’ano sottoposti a trattamento radioterapico neoadiuvante

News e progetti dal nostro blog

We are using cookies to give you the best experience. You can find out more about which cookies we are using or switch them off in privacy settings.
AcceptPrivacy Settings

GDPR

  • Google Analytics
  • Indice RAMSI
  • Avvertenze e Privacy

Google Analytics

Il presente sito sfrutta gli script di “Google Analytics”, anonimizzando appositamente l’indirizzo IP degli utenti; pertanto, i relativi cookies (che non consentono alcuna profilazione), sono da considerarsi meramente “tecnici”.

Indice RAMSI

Acconsenti alla raccolta anonima del tuo voto circa l’esperienza di navigazione in questo sito Web e all’invio di suggerimenti? La tua votazione e  i tuoi suggerimenti contribuiranno alla valutazione del nostro centro rispetto all’indice nazionale RAMSI (Radioterapia Amica Mia Smile Index)

Avvertenze e Privacy

Chi siamo

Il Gemelli ART è il centro di Advanced Radiation Therapy della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS

L’indirizzo del nostro sito web è: http://www.gemelliart.it

Avvertenze

Il Gemelli ART precisa che le informazioni presenti nel Sito costituiscono una mera informazione di massima in ordine alle patologie presentate e non sostituiscono in alcun modo l’intervento o l’opinione del medico o la sua diagnosi in relazione ai casi concreti. Conseguentemente si consiglia in ogni caso di contattare il medico di fiducia.

L’accesso e la consultazione di questo sito sono sottoposti ai seguenti termini e condizioni e alle normative vigenti. L’accesso e la consultazione del presente Sito implicano pertanto l’accettazione incondizionata di tali termini e condizioni.

Il Sito e le informazioni in esso contenute e ad esso collegate rivestono esclusivamente scopo informativo e non costituiscono la base per alcuna decisione o azione. Pertanto l’utilizzo del Sito e di ogni altro ad esso collegato sarà sotto la diretta responsabilità e a totale rischio dell’utente.

Il Gemelli ART compie ogni sforzo per fornire informazioni il più possibile precise ed accurate, tuttavia non si assume alcuna responsabilità né fornisce alcuna garanzia sul contenuto del Sito che deve essere quindi opportunamente valutato dal visitatore.

Il Sito rispecchia in pieno la filosofia del Gemelli ART.

In particolare, il Gemelli ART non potrà essere ritenuto responsabile per difetti di accuratezza, completezza, adeguatezza, tempestività delle informazioni contenute nel Sito né per eventuali danni o virus che possano colpire l’attrezzatura informatica o altra proprietà del visitatore in conseguenza dell’accesso, dell’utilizzo o della navigazione del Sito. il Gemelli ART si riserva il diritto di interrompere o sospendere in qualsiasi momento le funzionalità del Sito senza che ne derivi l’assunzione di alcuna responsabilità a proprio carico.

Le informazioni presenti nel Sito potrebbero contenere errori tecnici o tipografici. il Gemelli ART si riserva il diritto di apportare in ogni momento e senza preavviso modifiche, correzioni e miglioramenti alle predette informazioni, ai prodotti e ai programmi.

Link

Nel Sito sono inoltre presenti collegamenti (link) ad altri siti di terze parti, ritenuti di interesse per il visitatore. Con il collegamento a tali siti, si esce dal presente Sito per libera scelta e si accede ad un sito di proprietà di terzi, quest’azione sarà segnalata con apertura di una finestra di warning. Le informazioni contenute in tali siti possono non essere in linea con le disposizioni del dlgs 541/92 che regola la pubblicità dei medicinali per uso umano e sono comunque del tutto indipendenti e fuori dal controllo del Gemelli ART, che non si assume alcuna responsabilità in proposito.
In ogni caso, il Gemelli ART non assume alcuna responsabilità, né fornirà alcuna garanzia circa la natura e i contenuti di qualsiasi pagina o sito web di terzi connessi al presente Sito mediante links. Tutti gli utenti dovranno quindi prendere atto che il collegamento a siti di terzi avviene sotto la propria responsabilità.

Cookies

Questo sito non utilizza cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati cookies c.d. persistenti, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti.

Il presente sito sfrutta gli script di “Google Analytics”, anonimizzando appositamente l’indirizzo IP degli utenti; pertanto, i relativi cookies (che non consentono alcuna profilazione), sono da considerarsi meramente “tecnici”.

L’uso dei c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’utente e svaniscono con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito, evitano il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’utente

Contenuto incorporato da altri siti web

Gli articoli su questo sito possono includere contenuti incorporati (ad esempio video, immagini, articoli, ecc.). I contenuti incorporati da altri siti web si comportano esattamente allo stesso modo come se il visitatore avesse visitato l’altro sito web.

Questi siti web possono raccogliere dati su di te, usare cookie, integrare ulteriori tracciamenti di terze parti e monitorare l’interazione con essi, incluso il tracciamento della tua interazione con il contenuto incorporato se hai un account e sei connesso a quei siti web.

YouTube

Our website uses plugins from YouTube, which is operated by Google. The operator of the pages is YouTube LLC, 901 Cherry Ave., San Bruno, CA 94066, USA.

If you visit one of our pages featuring a YouTube plugin, a connection to the YouTube servers is established. Here the YouTube server is informed about which of our pages you have visited.

If you’re logged in to your YouTube account, YouTube allows you to associate your browsing behavior directly with your personal profile. You can prevent this by logging out of your YouTube account.

YouTube is used to help make our website appealing. This constitutes a justified interest pursuant to Art. 6 (1) (f) DSGVO.

Further information about handling user data, can be found in the data protection declaration of YouTube under https://www.google.de/intl/de/policies/privacy.

Vimeo

Our website uses features provided by the Vimeo video portal. This service is provided by Vimeo Inc., 555 West 18th Street, New York, New York 10011, USA.

If you visit one of our pages featuring a Vimeo plugin, a connection to the Vimeo servers is established. Here the Vimeo server is informed about which of our pages you have visited. In addition, Vimeo will receive your IP address. This also applies if you are not logged in to Vimeo when you visit our plugin or do not have a Vimeo account. The information is transmitted to a Vimeo server in the US, where it is stored.

If you are logged in to your Vimeo account, Vimeo allows you to associate your browsing behavior directly with your personal profile. You can prevent this by logging out of your Vimeo account.

For more information on how to handle user data, please refer to the Vimeo Privacy Policy at https://vimeo.com/privacy.

Google Web Fonts

For uniform representation of fonts, this page uses web fonts provided by Google. When you open a page, your browser loads the required web fonts into your browser cache to display texts and fonts correctly.

For this purpose your browser has to establish a direct connection to Google servers. Google thus becomes aware that our web page was accessed via your IP address. The use of Google Web fonts is done in the interest of a uniform and attractive presentation of our plugin. This constitutes a justified interest pursuant to Art. 6 (1) (f) DSGVO.

If your browser does not support web fonts, a standard font is used by your computer.

Further information about handling user data, can be found at https://developers.google.com/fonts/faq and in Google’s privacy policy at https://www.google.com/policies/privacy/.

Litespeed-cache

This site utilizes caching in order to facilitate a faster response time and better user experience. Caching potentially stores a duplicate copy of every web page that is on display on this site. All cache files are temporary, and are never accessed by any third party, except as necessary to obtain technical support from the cache plugin vendor. Cache files expire on a schedule set by the site administrator, but may easily be purged by the admin before their natural expiration, if necessary.